Peperoni ripieni

Sono andata a vivere da sola all’età di 19 anni a Roma e, nonostante la mia passione verso il cibo, prima del mio trasferimento non mi ero mai posta il problema di dover imparare a cucinare come si deve.
Perchè sforzarsi se hai mamma e nonna in casa?
Mi limitavo a mangiare e, accidentalmente, a sperimentare qualcosa di nuovo insieme a mia sorella (ricordo ancora i tramezzini ripieni di…boh…ricoperti con granella di pancarrè avanzato o la lattuga arrotolata con dentro “cose” che…ops…ma le avrò lavate prima di utilizzarle?).
Insomma, la mia conoscenza culinaria si limitava a Mamma che chiama dall’ufficio: “Vale, prendi una pentola alta, riempila quasi fino all’orlo con dell’acqua e mettila sul fuoco. Quando l’acqua bolle, aggiungi un pugno di sale grosso, poi arrivo io…”

Ecco.

A Roma, ormai lontana da casa e con l’aiuto delle mie coinquiline, ho continuato a sperimentare, bruciando pentole, padelle e nutrendomi di un sacco di cose congelate e precotte.
Tra un fallimento e l’altro, però, avevo ormai imparato le basi della cucina tradizionale tipica dello studente fuori sede:
Pasta al pomodoro
Pasta al tonno
Pasta alla crudaiola
Insalate varie
Petto di pollo arrostito

Dopo qualche anno mi sono trasferita a Lecce e lì, conoscendo il mio amore per la buona cucina (e la mia voracità), qualcuno ha pensato bene di regalarmi un bel libro di ricette in modo che potessi finalmente cucinare qualcosa di decente e diverso dal solito.
Così ho iniziato a “spadellare” e, incredibile ma vero, le ricette che realizzavo seguendo il libro mi pareva producessero ottimi piatti!
Mi sono sbizzarrita con carne, verdure e, addirittura con i dolci (che, se non l’aveste notato, non sono in cima alle mie preferenze).
Finalmente i miei piatti hanno iniziato ad avere un senso: il gusto!

Una delle ricette che amo particolarmente di questo libro è quella dei peperoni ripieni.
Facilissima, economica e dal sapore rustico e intenso.
Il mio consiglio è di prepararli la sera prima e di scaldarli leggermente il giorno successivo, ma sono sicura che sarà moooolto difficile resistere al loro profumo e aspettare così a lungo per assaggiarli…

2015-06-29 11.18.02-2
Continua a leggere

Annunci

Seppioline ripiene

Come vi avevo promesso, ecco la ricetta delle seppioline ripiene e gratinate in forno. Le preparo senza aggiungere nè uovaformaggio perchè questi, secondo me, oltre a rendere il piatto piu impegnativo da digerire, coprono il gusto naturale delle seppie.

2015-03-22 12.35.02-2

Continua a leggere

Frittatine con funghi champignon e patate dolci

E dopo una lunga, lunghissima pausa dovuta al mio viaggio in Italia per andare a curiosare tra gli eventi della Social Media Week (prima) e alla devastante influenza che ancora non mi lascia in pace (dopo), torno con una ricetta che piacerà sicuramente ai grandi ma soprattutto ai bambini.
Questa ricetta è l’ideale anche se avete ospiti e volete preparare qualcosa di gustoso da consumare come aperitivo.
A qualcuno l’abbinamento tra funghi champignon e patate dolci sembrerà strano, ma vi assicuro che il risultato è sorprendente.
Provatele e fatemi sapere cosa ne pensate!

2015-02-21 21.19.28-2

Continua a leggere

Gamberi al vapore con “salamarigghiu”

Se amate i crostacei come me, sono sicura che questo piatto vi piacerà!
La versione che vi propongo è facilissima e velocissima da preparare e, con l’aiuto di una “salsina” rubata alla tradizione siciliana: il salamarigghiu, vedrete che sapore!

Gamberi al vapore

Continua a leggere

Sfoglia con cavolo cappuccio e patate

Ed ecco che un esperimento si è trasformato in una delle cose più buone che abbia mai preparato, chevelodicoafa’?!
Ho messo insieme cavolo cappuccio e patate ed è venuto fuori un capolavoro!!!
(che per la cronaca ho fatto fuori tutto da sola)
Provatela e ditemi cosa ne pensate.

Sfoglia con Cavolo cappuccio e patate

Continua a leggere