Zuppa d’autunno

Difficile ricominciare a scrivere dopo tanto tempo.
Sono stata via dal Lussemburgo per oltre 2 mesi, nei quali sono successe tante cose belle…e brutte.
Mesi importanti, che sicuramente hanno lasciato un segnoSono stati 67 giorni all’insegna della scoperta, del riavvicinamento, delle perdite affettive e del cambiamento.
D’altronde, non è forse l’autunno la stagione in cui si tirano le somme, in cui si ha voglia di rimettersi a nuovo?
No, non è a fine anno che si fa un bilancio, benchè già tra qualche settimana i media ci bombarderanno con le solite classifiche de “il meglio e il peggio del 2016”, ma le somme le tiri dopo l’estate, quando rientri dalle vacanze, quando togli dai vestiti gli ultimi granelli di sabbia, ricordi di quei momenti di libertà e spensieratezza e sei pronto a ricominciare pieno di buoni propositi.
Ecco, l’autunno per me rappresenta questo: il rimettersi in gioco, trovare nuovi stimoli, nuove strade, nuovi interessi, buttarsi in nuove avventure.
Ovviamente tutta questa energia va supportata con qualcosa di buono.
Qualcosa che aiuti ad affrontare il freddo che inizia a diventare sempre più intenso. Qualcosa di caldo, che a fine giornata ti avvolga con i suoi profumi, il suo sapore e ti faccia sentire ristorato e coccolato.
Una zuppa! Sì, una zuppa è l’ideale.
Un tripudio di ingredienti autunnali che messi insieme danno vita a un piatto delizioso.
Una carezza, un abbraccio che dedico a coloro che stanno affrontando un momento difficile, un cambiamento importante e anche un po’ a me stessa.
Il mio modo per darvi/darci forza.
E ora…buon appetito!

P.S. L’ispirazione per questa zuppa è nata la settimana scorsa durante la 3^ edizione di “Eat it” lo Street Food Festival della città di Lussemburgo. Ho avuto il piacere di lavorare di nuovo con il mio amico Fabrizio, fondatore di Fabelicious.lu e Food Porn Sessions (qui trovate l’intervista che gli feci un po’ di tempo fa) che aveva preparato una zuppa simile, andata a ruba già dal primo giorno.
La mia versione è ovviamente diversa, ho solo preso spunto da quella cucinata da Fab e ho creato qualcosa di mio.
Le parole che accompagnano questa ricetta, invece, sono state ispirate dalla giornata uggiosa e da questo meraviglioso pezzo degli Explosions in the skyhttps://www.youtube.com/watch?v=w0o8JCxjjpM

Ingredienti:
• 2l di brodo vegetale (leggermente salato)
• 2 porri
• 3 scalogni
• 4 spicchi d’aglio
• 2 patate
• mezza zucca media
• 30 gr di burro di soia (se preferite potete usare dell’olio evo)
• qualche foglia di alloro
• peperoncino
• 600 gr di funghi misti (io ho usato degli champignon de paris bianchi, quelli neri e dei pleurotes)
• 150 gr di castagne bollite
• pepe nero
• prezzemolo
• qualche fetta di pane casereccio per fare dei crostini
• curcuma
• olio evo
• aglio in polvere

Preparazione
Pulite i funghi quindi dividete i gambi dalle teste e teneteli da parte.
Prendete 2 scalogni, 2 spicchi d’aglio, i porri e tritateli finemente.
In una pentola capiente mettete 20 gr di burro e fatevi rosolare il trito di verdure.
Aggiungete un po’ di peperoncino tritato o in polvere e fate rosolare a fuoco basso per qualche minuto.
Pulite la zucca e tagliatela grossolanamente, fate lo stesso con le patate e versate tutto nella pentola con il soffritto.
Aggiungere i gambi dei funghi e mescolate.
Fate cuocere per circa 10 minuti mescolando di tanto in tanto in modo da far insaporire le verdure, se necessario aggiungete un po’ di brodo.
Superati i 10 minuti aggiungere il brodo fino a coprire tutte le verdure e cuocete a fuoco medio/basso finchè non saranno tenere.
Aggiustate di sale.

Nel frattempo, in una padella, fate rosolare uno scalogno tagliato a fettine sottili e 2 spicchi d’aglio interi con i restanti 10 gr di burro.
Aggiungere le teste dei funghi tagliate grossolanamente, le castagne, un po’ di prezzemolo tritato e un pizzico di sale.
Lasciate cuocere con il coperchio a fuoco basso finchè i funghi non saranno teneri.
Se serve aggiungete qualche mestolo di brodo.
Aggiustate di sale e aggiungete del pepe nero macinato.

Quando i funghi e le castagne saranno pronti, aggiungetene una parte alla zuppa, il resto tenetelo per guarnire i piatti.
Fate cuocere per altri 10 minuti e poi lasciate riposare la zuppa per un po’ affinchè tutti i sapori siano ben amalgamati tra loro.

Intanto accendete il forno a 180° e su una placca rivestita con carta forno mettete a dorare del pane casereccio tagliato a pezzetti, irrorato con olio e aglio in polvere.

Servite la zuppa con un pizzico di curcuma, del prezzemolo tritato fresco, i funghi trifolati, un filo di olio evo a crudo e i crostini di pane all’aglio.

Processed with VSCO with hb2 presetProcessed with VSCO with hb2 preset

Annunci

3 pensieri su “Zuppa d’autunno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...